Esposizioni a Villa Olmo

Come sede dell’Esposizione fu prescelta la Villa dell’Olmo, nel sobborgo di Borgo Vico, acquistata dal Comune di Como alla famiglia Visconti di Modrone con il concorso dei cittadini e del Comitato Voltiano. Per l’occasione vennero realizzati dall’architetto Napoleone Montorfano padiglioni e gallerie posticce, adiacenti al parco e alla villa. In tutto la superficie coperta era di 12.000 metri quadrati.

Villa Olmo, sede dell’Esposizione del 1927

Villa Olmo, sede dell’Esposizione del 1927

L’esposizione era articolata in tre sezioni principali: l’ESPOSIZIONE DELLE INDUSTRIE IDROELETTRICHE, che rapparesentava le più importanti organizzazioni di categoria; l’ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI TELEFONIA E TELEGRAFIA, che esponeva i cimeli e un’ampia documentazione degli scritti voltiani; l’ESPOSIZIONE NAZIONALE SERICA, che documentava la vitalità dell’imprenditoria comasca attraverso l’allestimento di un padiglione, costruito ai lati della Villa, contenente telai e filatoi.

La copertina di un numero della rivista "Voltiana"

La copertina di un numero della rivista "Voltiana"

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • Flickr
  • YouTube
  • Scribd
  • it.wikipedia